Entrare nel Dark Web

Sapete Cos’è il Dark Web

Come entrare nel Dark Web? Il Dark Web è una raccolta di siti Web nascosti, accessibili esclusivamente tramite un browser specializzato. Il suo scopo è mantenere la riservatezza e l’anonimato della tua attività online, spesso a sostegno di attività e usi illeciti. Tuttavia, serve anche ad altri scopi, come consentire alle persone di eludere la censura del governo.

Differenze tra Dark Web, Open Web e Deep Web

Milioni di server, database e pagine Web operano costantemente su Internet. Tuttavia, “Internet visibile” (a volte indicato come Surface Web o Open Web) che include siti che possono essere individuati tramite motori di ricerca come Google e Yahoo, rappresenta solo una frazione di ciò che esiste sotto la superficie.

Per navigare in internet senza essere notati, è importante capire le distinzioni tra i vari termini usati per riferirsi alle parti nascoste del web, perché ce ne sono molti.

Open Web

L’Open Web, noto anche come Surface Web, è il livello esterno visibile al pubblico. Nonostante sia il più accessibile, l’Open Web rappresenta solo una piccola frazione della vasta estensione di Internet. In realtà, meno del 5% di Internet è costituito dalla raccolta di siti Web e dati visibili ad occhio nudo.
I siti Web accessibili al pubblico tramite browser Web tipici come Google Chrome, Firefox e Internet Explorer si trovano in questa posizione. Questi siti Web sono generalmente registrati con estensioni di dominio come “.org” e “.com” e possono essere facilmente identificati tramite motori di ricerca convenzionali che indicizzano Internet tramite collegamenti riconoscibili.

Deep Web

Il Deep Web, costituito da siti Web non facilmente accessibili, costituisce circa il 90% di tutti i siti Web. La sua vastità è tale che il numero totale di pagine o siti attivi è difficile da determinare con assoluta certezza.

I principali motori di ricerca sono paragonabili a navi che cacciano esclusivamente pesci vicino alla superficie dell’acqua. Di conseguenza, qualsiasi cosa al di là di tale intervallo, inclusi database riservati, riviste accademiche e contenuti illegittimi, è fuori dalla loro portata. Anche il Deep Web, che include un segmento noto come Dark Web, è incluso in questa categoria.

Se sei curioso di sapere come entrare nel Deep Web, è probabile che tu sia già lì, su base giornaliera. Il concetto di “Deep Web” comprende tutte le pagine Web che non possono essere individuate dai motori di ricerca. Alcuni di questi siti sono protetti da password o altri tipi di misure di sicurezza, mentre altri richiedono semplicemente che i motori di ricerca si astengano dal “crawler”. A causa della mancanza di una connessione evidente, queste pagine rimangono nascoste per vari scopi.

La maggior parte del Deep Web è costituita da contenuti che non sono facilmente accessibili o visibili al pubblico in generale, ma sono generalmente considerati sicuri e privi di intenti dannosi. Questo contenuto spazia dai post di blog che sono ancora in fase di revisione a pagine Web che devono ancora essere pubblicate, nonché portali sicuri che richiedono l’autenticazione dell’utente per l’accesso, come le piattaforme bancarie online. Queste aree del Deep Web non rappresentano alcuna minaccia per la sicurezza del tuo computer. Infatti, molte di queste pagine sono volutamente nascoste dall’Open Web per salvaguardare i dati degli utenti e mantenere la privacy. Infatti l’Open Web rigurda accessi che facciamo tutti i giorni:

  • Quando entri nella banca
  • Accesso ai siti aziendali
  • Guardare la posta elettronica con le proprie credenziali
  • Consultare Documenti personali nei portali comunali

Dark Web

I siti che rimangono non indicizzati e sono accessibili esclusivamente tramite browser Web specializzati sono indicati come “Dark Web”. È significativamente più piccolo del già minuscolo Web di superficie ed è considerato un componente del “Deep Web”.

Il Deep Web è una vasta e spesso nascosta porzione di Internet che richiede l’accesso a un software specializzato. Al livello più profondo del Deep Web si trova il Dark Web, una rete nascosta che pochi individui avranno mai l’opportunità di esplorare o addirittura scoprire. In sostanza, il Dark Web è un sottoinsieme del Deep Web accessibile solo tramite mezzi specifici.

Il Dark Web è spesso associato ad attività criminali o contenuti illeciti, compresi i mercati online in cui il contrabbando viene acquistato e venduto. Tuttavia, è imperativo rendersi conto che questa infrastruttura viene utilizzata anche per scopi legittimi.

I pericoli posti dai problemi di sicurezza del Dark Web sono molto distinti da quelli del Deep Web. Sebbene non immediatamente evidenti, le attività informatiche illegali sul Dark Web sono significativamente più gravi e minacciose rispetto al Deep Web. Prima di esplorare i pericoli del Dark Web, è fondamentale capire il come e il perché dietro l’accesso a questi siti web.

Il Dark Web è la parte internet più sicura in assoluto per chi vuole restare anonimo nei contenuti che propone:

  • I motori di ricerca web aperti non indicizzano le pagine web. Google e altri popolari strumenti di ricerca non possono rilevare o visualizzare risultati per le pagine Web oscure.
  • Qualunque dato passa in maniera random attraverso indirizzi ip virtuali.
  • A causa del suo dominio esclusivo, non è accessibile dai principali browser. Inoltre, si nasconde da molte misure di sicurezza di rete come firewall e crittografia.

Come entrare nel Dark Web

Chiaramente bisognerà utilizzare un Browser che permette di navigare attraverso dei proxy che facciano credere al sito web e al tuo provider di telefonia internet che stai navigando da un altro paese.

Tor protegge gli utenti dall’analisi del traffico attraverso una rete di router gestiti da volontari (noti anche come onion router), consentendo il traffico in uscita anonimo e la creazione di servizi anonimi nascosti. Lo scopo di Tor è rendere difficile l’analisi del traffico, proteggendo così la privacy, la riservatezza delle comunicazioni e l’accessibilità dei servizi. Il funzionamento della rete Tor è concettualmente semplice: i dati appartenenti a qualsiasi comunicazione non vengono passati direttamente dal client al server, ma attraverso la costruzione di circuiti virtuali crittografati a strati.

Sebbene la funzione più popolare di Tor sia fornire l’anonimato ai client, può anche fornire l’anonimato ai server. Utilizzando la rete Tor, i server possono essere ospitati in modo tale che la loro posizione sulla rete sia sconosciuta. I servizi nascosti possono essere ospitati da qualsiasi nodo della rete Tor, non importa se si tratta di un router o di un client, ma per accedere a un servizio nascosto, il client deve utilizzare Tor. In altre parole, un servizio (come un sito Web) può essere offerto in modo completamente anonimo come servizio nascosto di Tor.

Si corrono rischi legali ad entrare nel Dark Web

Entrare nel Dark Web non è illegale. Certo l’importante è non utilizzarlo per scopi illeciti una cosa che fa gola a molti utilizzatori. Infatti attrae molti utenti che rischierebbero grosso se venisse rivelata la loro identità. Utilizzare Tor per questi scopi potrebbe mettervi in pericolo se incappate in siti poco raccomandabili anche se lui in se è un software completamente sicuro e legale. E’ pur vero che se entro nella parte oscura del Dark Web potrei destare sospetti o comunque imbattermi in cose losche, considerando che la maggior parte degli attacchi informatici provengo da li.

Siete curiosi vero? ma fate attenzione…

0 0 voti
Votami
Iscrizione
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Fammi sapere cosa ne pensi, per favore commenta.x