Microsoft sospende licenze russe

Microsoft sospende il rinnovo delle licenze Software alle società Russe. Questa decisione arriva in risposta al conflitto in corso tra Ucraina e Russia, nonché alle preoccupazioni sulla protezione dei dati e sulle normative sulla sicurezza informatica nel paese.

Il gigante del software ha dichiarato che continuerà a onorare i contratti esistenti e a supportare i propri clienti in Russia, ma non perseguirà nuove opportunità commerciali nel paese. La mossa di Microsoft si allinea ad azioni simili intraprese da altre società tecnologiche in risposta alla situazione geopolitica.

La sospensione delle nuove vendite in Russia riflette le preoccupazioni per la sicurezza e la protezione dei dati dei clienti. La decisione di Microsoft mira a mitigare i potenziali rischi associati alla privacy dei dati e alle normative sulla sicurezza in Russia, che hanno sollevato preoccupazioni tra le aziende internazionali.

La decisione della società di sospendere le nuove vendite in Russia potrebbe avere implicazioni finanziarie, in quanto il mercato russo è importante. Tuttavia, le priorità di Microsoft sembrano risiedere nell’affrontare la situazione geopolitica e garantire la protezione dei dati dei clienti.

Vale la pena notare che la decisione di Microsoft non influisce sulle sue operazioni in altre parti del mondo. La società continuerà a svolgere la propria attività come di consueto in altri paesi, a meno che non sia specificamente influenzata da tensioni geopolitiche o problemi di protezione dei dati.

Microsoft suspends new sales in Russia

Di conseguenza, la società ha informato i clienti con 60 giorni di anticipo che non sarebbe stato possibile rinnovare gli abbonamenti esistenti dopo il 30 settembre, rilevando che le licenze già attive continueranno a funzionare fino alla data di scadenza. 

0 0 voti
Votami
Iscrizione
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Fammi sapere cosa ne pensi, per favore commenta.x