E’ un successo sempreverde quello di Howard Jones, soprannominato il folletto del pop elettronico negli anni ’80. In tour per il mondo, il cantante ha in serbo la pubblicazione di un libro biografico e di una raccolta completa delle sue hits.
Nasce in quel di Southampton località in Inghilterra, nota per la triste vicenda del Transatlantico Titanic naufragato pochi giorni dopo dalla sua inaugurazione, Howard Jones il 23 febbraio del 1955. Trasferitosi per i primi anni della sua vita in Canada, torna nel Regno Unito e si iscrive alla Royal Northern College of Music e nel frattempo inizia a esibirsi nei più noti locali della sua città natale accompagnato dal suo pianoforte e dai primi sintetizzatori. Nel 1983 esordisce con tre singoli, New Song, What Is Love e Hide and Seek piazzandosi subito ai primi posti delle classifiche del nord Europa.

Howard Jones e il pop elettronico

Howard Jones pop elettronico
anni Ottanta singolo classifiche tour

Nel 1984 esce il suo primo album Humans Lib che diventa subito disco di platino e d’oro in Germania, Italia, Australia e Giappone facendo conoscere l’artista britannico in  tutto il mondo tra i patiti del genere pop rock/new wave. Nel 1985 il secondo LP Dream Into Action registra un immediato successo con i singoli Like to Get to Know You Well, Look Mama, Things Can Only Get Better e No One Is to Blame che appassionano il grande pubblico. Soprattutto negli Stati Uniti, dove Howard Jones rimane in classifica per più di un anno. Nei cinque anni successivi il musicista e cantante pubblica altri tre lavori: One to One, Cross That Line e In the Running. Il successo dei suoi dischi lo porta a esibirsi nel tempio della musica e dell’intrattanimento globale: il Madison Square Garden di New York.

The Best of Howard Jones

Nel 1993 Jones pubblica The Best of Howard Jones vendendo 8 milioni di copie e iniziando un tour mondiale che si concluderà in Giappone. Si ricorda in particolare una sua performance fantastica dove il cantante si esibisce circondato da tastiere e drum machine. Nel ’99 esce People e in contemporanea Jones inizia un tour negli Stati Uniti che vede anche la partecipazione dei Culture Club e Human League. Nel 2000 pubblica Perfom 00 in memoria dello scomparso suo chitarrista Kevin Wilkinson.

Il lato acustico di Howard Jones

Nel 2003 invece è la volta Di Piano Solos 1 e 2 dove si cimenta in brani acustici e classici accompagnato dalle inconfondibili note del suo pianoforte. Nel 2005 invece tocca a Revolution of the Hearth con il singolo Look at You Now, entrambi subito entrati nella top 10 britannica. Grazie alla sua etichetta discografica Dtox, Howard Jones produce il nuovo album, Ordinary Heroes e si ripete nel 2019 con l’ultima pubblicazione ufficiale, Trasform, dove il cantante non viene meno al suo DNA di performer pop synth/new wave.

Il grande successo in tour

Ad oggi Howard Jones è molto popolare negli Stati Uniti soprattutto nelle arene dove ancora si fa apprezzare come musicista “classico” ma allo stesso tempo innovatore. Se vi capita, soprattutto in questo periodo di vacanze estive di varcare l’Oceano, una tappa in uno dei suoi concerti live è sicuramente d obbligo…

Howard Jones live

Howard Jones popo elettronico anni Ottanta Peaceful tour
Il tour di Howard Jones

L’interprete inglese è da mesi impegnato in un lungo tour che celebra i 40 anni della sua carriera. Musica e hits dal 1983 fino al 2023 che hanno mantenuto intatto il proprio smalto e fascino. Sono già state effettuate applauditissime date in Europa, Nord America, Asia e UK. In particolare Jones si esibirà in patria il prossimo ottobre con shows a Leicester, Birmingham, Cambridge, Manchester, York e naturalmente Londra…

Il libro e una raccolta in arrivo

Hoeward Jones libro We're in this together
biografia tour singolo
Il libro e una raccolta in arrivo

E’ già disponibile in prevendita il libro di Howard Jones We’re in This Together, tre differenti formati e una edizione Super Deluxe limitata di 250 copie. Aneddoti e storie per condividere insieme al cantante tanti momenti della sua vita on the road e della sua musica. Il volume è pubblicato da This Day In Music Books. Per celebrare i 40 anni della storia musicale di Jones, inoltre, la sua etichetta Cherry Red Records ha deciso di pubblicare una nuova raccolta. Si tratta di un Very Best Of con i brani più belli e più amati della carriera del cantante. Celebrate it Together The Very Best of Howard Jones 1983-2023 è la prima antologia che comprende l’intero percorso dell’artista, dalla versione originale di New Song ai remix di Elephant Talk di quest’anno, più tanti classici. I brani sono divisi in quattro categorie personalmente scelte da Howard, Popular Hits, Electro, Chill e Curiosities. Il cofanetto sarà disponibile dal prossimo 6 ottobre, ordinabile presso lo store di Cherry Red.

Discografia di Howard Jones

Album di studio
1984 – Human’s Lib
1985 – Dream into Action
1986 – One to One
1989 – Cross That Line
1992 – In the Running
1994 – Working in the Backroom
1998 – People
2003 – Piano Solos (for Friends and Loved Ones)
2005 – Revolution of the Heart
2007 – Piano Solos 2 (for Friends and Loved Ones)
2009 – Ordinary Heroes
2015 – Engage
2019 – Transform

0 0 voti
Votami
Iscrizione
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Fammi sapere cosa ne pensi, per favore commenta.x