E’ importante saper ricaricare la batteria del computer portatile?

Bisogna avere un metodo per ricaricare la batteria di un computer portatile? probabilmente oggi molti fanno poca attenzione nel ricaricare la batteria del notebook, e in effetti i materiali con cui sono fatte sono di gran lunga superiori a quelle degli anni passati.

Ricaricare batteria computer portatile

Tuttavia non bisogna dimenticare alcune cose, come per esempio

  • Non lasciare costantemente il computer sotto carica tutta la notte
  • In caso di temporale non ricaricare alcun oggetto, non solo i laptop
  • Far fare alla batteria cicli di carica anche se non completamente scarica
  • Tenere sempre il computer e il BIOS aggiornati
  • Impostare i classici risparmi di energia Windows
  • Eliminare i programmi inutili che girano sempre in Background
  • Utilizzare se disponibili i software che ottimizzano l’uso della batteria

Quanti minuti dura una batteria?

Ho comprato un computer nuovo ma la batteria non dura molto… tanti di voi pensano che la durata della batteria sia quella riportata nella locandina d’acquisto, ma non è così. In molti casi troviamo scritto “7 ore di autonomia“, sappiate che quel tempo è riferito alla durata durante il non utilizzo del computer. Infatti in pieno sforzo avremo un autonomia che va da 1 ora fino 2 e mezza a seconda del lavoro che stiamo svolgendo.

Per I laptop più datati la durata media di una batteria è di 30-40 minuti circa, sono tutti tempi normalissimi che vanno presi per buoni.

Sostituzione batteria computer

Se siete fortunati e avete un vecchio computer la batteria sarà estraibile dall’esterno, basterà quindi annotarci la sigla e fare l’ordine per sostituirla.

Contrariamente bisognerà aprire con molta attenzione il nostro notebook e smontare fisicamente la batteria per poi sostituirla.

Tenete a mente che le batterie ordinate e non originali hanno una solitamente una durata inferiore e nella maggior parte dei casi sono batterie rigenerate.

Proviamo a rigenerare la batteria

Vediamo alcuni tentativi per fa resuscitare una batteria… verifichiamola innanzitutto con un tester per controllare il suo stato di carica e di salute, e successivamente possiamo provare il seguente metodo:

  • Smontiamo la batteria
  • inseriamola in un sacchetto trasparente per alimenti
  • mettiamola nel congelatore per 12 ore circa
  • Infine tiriamola fuori e avvolgiamola con un panno e lasciamola riposare per una mezz’ora
  • Verificate che siano completamente asciutti la plastica e i contatti, quindi provarla

Probabilmente se la batteria non è guasta, al 90% l’abbiamo recuperata o per lo meno ci regalerà un po’ di autonomia in più.

0 0 voti
Votami
Iscrizione
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Fammi sapere cosa ne pensi, per favore commenta.x