Lo streaming pirata delle partite di calcio della Serie A e B è diventato un problema sempre più rilevante negli ultimi anni. L’accesso illecito a questi contenuti sportivi in diretta ha portato alla nascita di numerosi siti web “pirata” che mettono a disposizione delle persone la possibilità di guardare le partite gratuitamente, violando i diritti d’autore e i diritti connessi.

L’Intervento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom)

Un importante attore nella lotta al pirate streaming delle partite di Serie A e B è l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom). Quest’ultima si è impegnata sempre di più nel contrastare questa pratica illegale, evidenziando il suo impegno nelle prime due giornate di campionato, quando ha messo sotto chiave ben 45 siti web “pirata”.

L’Agcom ha emesso numerosi ordini cautelari, in collaborazione con i provider di servizi internet, per disabilitare l’accesso a questi siti che sfruttavano in modo illegale contenuti protetti dal diritto d’autore. L’azione è stata resa possibile anche grazie alle segnalazioni inviate da Dazn, il detentore dei diritti di trasmissione per le partite dei campionati di Serie A e Serie B.

Modifiche al Regolamento sul Diritto d’Autore

Per rafforzare ulteriormente l’azione dell’Agcom, sono state apportate modifiche al regolamento sul diritto d ‘autore. Queste modifiche consentono l’emissione di “ingiunzioni dinamiche” per bloccare l’accesso ai siti pirata entro un lasso di tempo di soli 30 minuti dalla violazione.

La piena operatività di queste nuove disposizioni è prevista a partire dal 7 settembre, grazie alla collaborazione con l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale. Un tavolo tecnico valuterà i requisiti tecnici della piattaforma che servirà per attuare queste nuove misure “in tempo reale”.

La Legge Antipirateria e le Sue Sanzioni

La legge antipirateria, approvata il 14 luglio in Parlamento, punta a sanzionare e prevenire la fruizione illegale e la diffusione illecita di contenuti audiovisivi protetti dal diritto d ‘autore e dai diritti connessi. Questo provvedimento introduce sanzioni amministrative e la confisca per chi mette a disposizione opere e materiali protetti.

Inoltre, l’articolo 174-ter della legge sul diritto d’autore è stato rafforzato, prevedendo pene più severe per chi è coinvolto in violazioni su larga scala. La legge consente anche all’autorità giudiziaria di eseguire il sequestro preventivo e la confisca dei proventi.

Il Ruolo Potenziato dell’Agcom

La legge conferisce all’Agcom un ruolo potenziato nel contrasto al pirate streaming delle partite di Serie A e B. L’authority è responsabile di fornire all’autorità giudiziaria l’elenco delle misure di disabilitazione dell’accesso ai contenuti illeciti.

Inoltre, il Ministero della Cultura sarà responsabile dell’organizzazione di campagne informative e di sensibilizzazione sul valore della proprietà intellettuale. Questo è un passo importante per educare il pubblico sull’importanza del rispetto dei diritti d’autore e per promuovere una cultura del consumo legale dei contenuti.

Streaming pirata partite calcio

Il pirate streaming delle partite di Serie A e B è un problema che richiede un’azione decisa da parte delle autorità competenti. L’intervento dell’Agcom, in collaborazione con i provider di servizi internet e Dazn, è un passo nella giusta direzione per contrastare questa pratica illegale.

Le modifiche apportate al regolamento sul diritto d’autore, con l’introduzione delle “ingiunzioni dinamiche”, permetteranno di bloccare l’accesso ai siti pirata in tempo reale, contribuendo così a ridurre la diffusione di contenuti illegali.

La legge antipirateria, con le sue sanzioni e misure di confisca, punta a scoraggiare coloro che mettono a disposizione contenuti protetti dal diritto d’autore. Il ruolo potenziato dell’Agcom e le campagne informative promosse dal Ministero della Cultura sono fondamentali per sensibilizzare il pubblico sull’importanza del rispetto dei diritti d’autore e per promuovere una cultura del consumo legale dei contenuti.

È necessario un impegno costante da parte di tutti gli attori coinvolti per contrastare efficacemente il pirate streaming delle partite di Serie A e B, garantendo così un ambiente online più sicuro e rispettoso dei diritti d’autore.

0 0 voti
Votami
Iscrizione
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Fammi sapere cosa ne pensi, per favore commenta.x