Con i Pirate Queen il Pirate Metal è tutto l femminile!
Il Pirate Metal è un genere che mi sembra sia nato con i tedeschi Running Wild, anche molto prima che film come Pirati dei Caraibi portassero notorietà mondiale alle avventure sui mari! Fino ad oggi tutte le band erano prevalentemente maschili se ne escludiamo alcune con anche voce femminile e voglio citare volutamente i Vision of Atlantis!
Trovo molto interessanti queste band tutta al femminile dei Pirate Queen che, come non aspettarsi, arrivano dalle Bermuda Tringle!
Quindi la prima domanda ovvia è: cosa ha spinto le ragazze ad avvicinarsi a questo genere, lo stile musicale o lo stile di vita avventuroso?

Beh, è ​​nel nostro DNA ovviamente! Il fatto di essere pirati di 500 anni ha qualcosa a che fare con questo. Onestamente, è un genere davvero divertente: chi non vorrebbe vestirsi con abiti fantastici e saccheggiare coste lontane!?

L’orgoglio di essere in una all female band

I film ci facevano credere che le donne a bordo delle navi portassero sfortuna, ma la storia vera, quella scritta nei libri, ci dice che erano uguali agli uomini e godevano di un orgoglioso rispetto. Anche tu ti senti orgogliosa di essere in una band tutta al femminile? La potenza, l’armonia e la melodia delle vostre canzoni sono il risultato del feeling di tutto l’equipaggio o c’è un comandante che decide la rotta da seguire?

Essere una band tutta al femminile è fantastico, ma non è necessario menzionarlo così spesso. Siamo prima di tutto una band e non credo che i nostri generi facciano la minima differenza quando si tratta di suonare musica! Tutti abbiamo il nostro ruolo nella band, dall’ammiraglio al capitano e tutti abbiamo diversi livelli di input nel processo di scrittura delle canzoni. Essendo Sua Maestà, tuttavia, ho assunto un ruolo principale nella scrittura delle melodie e delle armonie per il nostro ultimo album “Ghosts”!

Il futuro dal vivo per i Pirate Queen

Non ho potuto fare a meno di notare che una delle chitarre ricorda il basso di Gene Simmons dei Kiss! Bellissimo strumento! Chi l’ha costruita, è una chitarra personalizzata?

Dovresti rivolgere la domanda al nostro Capitano, il formidabile Signore del Dolore di Destiny. Lei Ha il piacere di maneggiare quella magnifica bestia!

Avete in programma qualche data live anche in Italia? Il nostro Paese è un Paese di marinai, sareste i benvenuti!
Anche se al momento non ne abbiamo prenotati, stiamo cercando spettacoli ovunque! Ci piacerebbe assolutamente venire nel tuo paese: si tratta solo di trovare gli spettacoli e mettere tutto in fila.

Mi piacerebbe sapere qualche dettaglio tecnico sullo studio di registrazione, come ti sei aperta alla produzione dei suoni, gli arrangiamenti e se vuoi parlarci del produttore! 
Il nostro produttore era Alex Tena, chitarrista dei Bonecarver. C’erano molti link WeTransfer inviati avanti e indietro, questo te lo posso dire! Ho registrato la voce e apportato alcune modifiche alle canzoni qui nel Regno Unito e poi gliele ho inviate. Poi lavorava su tutto e consegnava le canzoni alla nostra etichetta discografica. È stata sicuramente una sfida riuscire a fare tutto bene pur lavorando così distanti, ma penso che alla fine ci siamo riusciti!

0 0 voti
Votami
Iscrizione
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Fammi sapere cosa ne pensi, per favore commenta.x