Rafaella Carrà star televisione soubrette showgirl caschetto

Raffaella Carrà è rimasta la numero uno della tv italiana. Nonostante ci abbia lasciato due anni fa, nessuno sulle scene televisive è riuscita a eguagliarla.
Nasce a Bologna il 18 giugno del 1943 Roberta Pelloni  a cui 20 anni dopo venne  dato il nome d’arte di Raffaella Carrà. Da bambina si trasferisce però nella capitale dove inizia inizia il perfezionamento nell’arte del ballo. Le primissime apparizioni però non furono sui palcoscenici ma nel mondo del cinema dove esordisce infatti giovanissima, a soli otto anni nel film melodrammatico Tormento del Passato. Seguono altri piccoli ruoli poi la partecipazione nel film I Compagni, al fianco di Mastroianni. Quindi Raffaella è nel cast de Il Colonnello Von Ryan, stavolta con Frank Sinatra, attore e cantante americano già al culmine della sua carriera.

I primi successi di Raffaella

Il 1970 però risulta l’anno in cui la Carrà inizia la sua scalata verso il successo. Insieme a Corrado conduce infatti Canzonissima in concomitanza con il brano Tuca Tuca dove la Carrà appare con l’ombelico scoperto creando subito scandalo per quei tempi. E’ poi la volta di un’altra canzone Chissà se va, che ottiene grandissimi consensi… Ormai la sua carriera di showgirl sembra inarrestabile, tanto da conquistare negli anni successivi i mercati discografici dell’America Latina, dove vende 20 milioni di copie (dei 60 e più complessivo). Collezionare inoltre numerosi dischi d’oro e di platino. La carriera del “Caschetto Biondo Nazionale” (come viene soprannominata per via della sua pettinatura realizzata per lei dall’air styler delle dive Celeste Vergottini) è solo agli esordi.

Raffaella Carrà la signora della televisione

Sono tantissime infatti le trasmissioni di cui la “signora della televisione italiana” è protagonista, Milleluci, Fantastico 3, il Festival di Sanremo e tanti altri. In particolare nel 1982 la Rai le offre un contratto faraonico di cui si parlò moltissimo. La vicenda arrivò fino in Parlamento dove la soubrette venne accusata di ricevere un compenso definito addirittura “immorale”. Sta di fatto che per oltre 6 miliardi delle vecchie lire italiane la showgirl all’epoca già quarantunenne firmò con la Rai un’esclusiva di due anni. Furono gli anni di Pronto Raffaella, programma di intrattenimento pomeridiano che riscuote un enorme successo. In seguito condurrà Buonasera Raffaella e Domenica in.

La luminosa carriera e la beneficienza

Tra il 1992 e il 1995 Raffaella si trasferisce in Spagna dove conduce Hola Raffaella riscuotendo molti apprezzamenti da parte del pubblico e degli addetti ai lavori. L’ascesa di Raffaella però pare non aver fine tanto che tornata in Italia nel 1995, e per i successivi cinque anni, conduce lo show di prima serata Carramba che Sorpresa con ascolti senza precedenti. Tali risultati tanto consacrano La Carrà come la più apprezzata showgirl e presentatrice che l’Italia abbia mai avuto. Ma la Carrà non è solo una “macchina da soldi” e successo ma anche è una donna di gran cuore e una grande benefattrice. Si occupa, infatti, di migliaia di orfani e senzatetto sparsi soprattutto nel Sud America.

Raffaella Carrà stella tv italiana soubrette showgirl cantante attrice Canzonissima

Ballo Ballo un film in onore di Raffaella Carrà

Negli anni successivi Raffaella riceverà molti premi alla carriera e verrà spesso invitata come ospite d’onore in numerose trasmissioni sia in patria che all’estero. Nel 2017 in UK viene insignita come l’icona sexy d’Europa dal prestigioso settimanale The Guardian. Nel 2021 in onore alla sua carriera, le viene dedicato un film Ballo Ballo. Pochi mesi dopo però un male incurabile vince sul suo minuto corpo e il 5 luglio 2021 la Carrà si spegne a Roma. Ne dà il triste annuncio il compagno di una vita Gianni Boncompagni. Per gli amanti delle curiosità si stima che il patrimonio della presentatrice sia intorno ai 100 milioni di euro ma c’è chi giura sia molto di più. Con la sua scomparsa l’Italia perde la più luminosa stella dello spettacolo e dell’intrattenimento che sia mai apparsa in televisione. 

Qualche curiosità sulla Carrà

Sulla vita della Carrà nel 2023 è stato girato anche il docufilm Raffa, diretto da Daniele Luchetti in cui si possono riascoltare i più grandi successi discografici della celebre presentatrice, cantante e showgirl. Anche se la sua carriera si è svolta praticamente tutta in Rai, Raffaella per un breve periodo lavorò anche in Mediaset. Lo show si intitolava Raffaella Carrà Show. Si narra che Silvio Berlusconi per galanteria fece recapitare alla Carrà un centinaio di azalee. Uno dei più grandi successi all’estero di Raffaella è il brano A Far L’Amore Comincia Tu. Nel 2011 il famoso dj e produttore Bob Sinclair ne realizzò un moderno remix dance che scalò le classifiche di tutto il mondo.

0 0 voti
Votami
Iscrizione
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Fammi sapere cosa ne pensi, per favore commenta.x