Adobe Photoshop si sposerà con l’IA generativa

L’ultima beta della classica applicazione creativa di Adobe Photoshop, introduce funzionalità IA generativa basata sull’intelligenza artificiale ed ha il potenziale per sconvolgere le industrie creative. Generative Fill: una suite rivoluzionaria di nuove straordinarie funzionalità basate sull’intelligenza artificiale che si basa sulla tua innata creatività, consentendoti di aggiungere, espandere o rimuovere in modo non distruttivo contenuto dalle tue immagini con un semplice messaggio di testo. Puoi ottenere risultati realistici in pochi secondi che ti sorprenderanno, ti delizieranno e ti stupiranno.

l’IA di riempimento generativo in Adobe Photoshop

Il processo di riempimento generativo consente agli utenti di apportare modifiche cruciali alle immagini utilizzando richieste basate su testo. In sostanza, è possibile trasmettere a Photoshop il risultato desiderato selezionando gli oggetti da un’immagine e posizionandoli all’interno di paesaggi generati artificialmente in modo intelligente come vicoli, grotte o sotto l’aurora boreale.

Il processo di riempimento generativo prevede la possibilità di aggiungere, allungare o modificare il contenuto delle immagini senza causare danni o perdite in pochi secondi attraverso l’uso di prompt di testo. Questo sistema è abbastanza intelligente da abbinare automaticamente la prospettiva, l’illuminazione e il design delle tue immagini per garantire risultati di alta qualità.

Secondo la società, lo strumento incorpora la tecnologia AI generativa di Adobe Firefly, che è stata integrata nella gamma di applicazioni creative standard del settore dello sviluppatore veterano. Questa tecnologia è impostata per essere integrata nell’intero flusso di lavoro di Creative Cloud.

L’applicazione Creative Cloud iniziale di Adobe per l’integrazione di Firefly è la beta di Photoshop, ma va notato che l’azienda ha incorporato l’intelligenza artificiale nei suoi prodotti sin dall’avvento di Adobe Sensei. La versione beta di Firefly include anche un nuovo modulo noto come Generative Fill, ideale per gli utenti che desiderano sperimentare nuove funzionalità su Internet. Inoltre, sembra che Generative Fill funzioni in modo ancora più efficiente su Apple Silicon rispetto ad altre piattaforme.

Adobe Photoshop IA generativa estendere immagini
Estendere le immagini
Adobe Photoshop IA generativa Rimuovere oggetti
Rimuovere degli oggetti
Adobe Sensei – AI Amplifying Human Creativity & Customer Experiences
Adobe Photoshop (beta) x Adobe Firefly: Announcing Generative Fill

C’è la possibilità di un’escalation nelle guerre sul copyright di Adobe IA

Si potrebbe sostenere che il lancio di Firefly era destinato a spopolare. Adobe ha sviluppato questa tecnologia per un po’ di tempo e ne aveva già incorporato versioni preliminari nei propri prodotti all’inizio di quest’anno. Secondo la società, le versioni beta delle loro applicazioni creative, alimentate dall’intelligenza artificiale, si sono rivelate tra le più prospere della loro storia.

Per affrontare le preoccupazioni affrontate da altri modelli di intelligenza artificiale generativa, Adobe sembra aver adottato misure per garantire che le risorse di formazione di FireFly siano sotto il suo controllo del copyright. Ciò è stato ottenuto utilizzando immagini Adobe Stock, contenuti con licenza aperta e contenuti di dominio pubblico.

Allo stesso tempo, coloro che lavorano in campi creativi sono inclini a sentirsi intimiditi dalle capacità di questi strumenti, poiché il loro potenziale impatto deve essere visto in prima persona per essere pienamente compreso. Di conseguenza, è probabile che Adobe abbia adottato misure per prevenire eventuali violazioni del diritto d’autore nei contenuti che produce, ma potrebbero esserci ancora degli ostacoli da superare.

Nel tentativo di anticipare i reclami, l’azienda sta adottando misure per affrontarli in modo proattivo. Uno di questi passaggi è l’implementazione di Generative Fill, che include le credenziali dei contenuti, denominate etichette per i contenuti digitali. Queste etichette rimangono attaccate ai media e forniscono informazioni sulla sua origine, sia che sia stata generata dall’intelligenza artificiale, creata dall’uomo o da un’altra fonte. L’obiettivo è dare potere ai creativi e consentire loro di mantenere il controllo sul proprio lavoro.

Il Marketing di Adobe Photoshop con IA generativa

Quando si pensa al lancio, gli utenti business dovrebbero tenere conto di un ulteriore dettaglio. Secondo Adobe, le organizzazioni avranno la capacità di ampliare le funzionalità di Firefly incorporando le proprie risorse innovative. Ciò consentirà loro di creare contenuti che presentano elementi visivi, vettori e il loro linguaggio di marca unico.

L’implicazione di ciò è che la generazione di nuovi contenuti di marketing richiederà una guida testuale minima da parte di qualsiasi utente di Creative Cloud. Tuttavia, come è consuetudine, il successo sarà attribuito a coloro che possiedono un gusto e un’abilità umana superiori quando tutti produrranno tali beni.

Adobe dichiara che…


Secondo Ashley Still, vicepresidente senior dei media digitali di Adobe, l’integrazione di Firefly come co-pilota creativo direttamente nei flussi di lavoro sta contribuendo ad accelerare l’ideazione, l’esplorazione e la produzione per i clienti di Adobe.

I nuovi strumenti di editing generativo in Photoshop riceveranno sicuramente la massima attenzione a causa dell’attuale interesse per l’IA generativa, ma altri notevoli miglioramenti nell’attuale versione beta includono impostazioni predefinite di regolazione migliorate, attività contestuale nella barra degli strumenti, funzionalità avanzata dei gradienti e rimozione attrezzo.

La funzione Generative Fill su Photoshop è attualmente accessibile nell’applicazione desktop beta. Dovrebbe essere disponibile per uso pubblico nella seconda metà del 2023. Inoltre, Generative Fill può essere trovato come modulo all’interno della versione beta di Firefly.

0 0 voti
Votami
Iscrizione
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Fammi sapere cosa ne pensi, per favore commenta.x